venerdì 8 febbraio 2013

taralli al tartufo e pistacchi

Non ve l'avevo detto? sono mezza pugliese. E adoro i sapori della terra di Puglia.
Questi taralli confondono e mescolano tante sensazioni. la puglia dei teralli, il piemonte del tartufo, la sicilia dei pistacchi, la liguria nell'esecuzione. Volete un viaggio espresso per le terre italiane? provateli. Sono finiti in un nanosecondo.


ingredienti (per circa 50 taralli):
✿ 250 gr farina 00
✿ 70 gr olio al tartufo o olio EVO
✿ 100 ml vino bianco secco
✿ 50 gr pistacchi
✿ 5 gr di sale
✿ pepe qb
preparazione:
in una ciotola disponete la farina a fontana e versateci l’olio d’oliva, i pistacchi sgusciati e tritati grossolanamente, il sale, il pepe e, per ultimo, il vino.
Mescolate con un cucchiaio di legno e, quando è tutto ben amalgamato, trasferite il composto su di un piano di lavoro e.. impastate a volontà! almeno dieci minuti, e comunque finchè l’impasto non è bello liscio e compatto.
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in un posto fresco per trenta minuti.
Trascorso questo tempo dividete l’impasto in pezzetti da circa 8-10 gr e formate tanti bastoncini della lunghezza di circa 8 cm rotolando i pezzetti tra i palmi delle mani, poi unite le due estremità del bastoncino per dare ai taralli la classica forma a goccia (ma potete anche scegliere un’altra forma che vi piace).
Portate a bollore una pentola piena d’acqua e buttateci dentro i taralli a dieci alla volta. Non appena verranno a galla scolateli con una schiumarola e adagiateli su un canovaccio pulito. Una volta compiuta quest’operazione per tutti i taralli foderate una teglia con carta da forno e poneteci dentro i taralli.
Cuoceteli in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti. Io dopo venti minuti circa ho tirato fuori la teglia e li ho girati dall’altra parte perchè ho notato che si cuocevano più sopra che sotto.
Sono un’ottima idea anche per un regalino, opportunamente impacchettati e infiocchettati.


4 commenti:

  1. Ciao che bello anche il tuo blog ma sei mezza pugliese?? Fantastici questi tarallini mhhh il richiamo delle nostre tradizioni in una veste insolita brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, sono mezza pugliese di Barletta! grazie del commento :)

      Elimina
  2. sono golosa di taralli. in genere preferisco quelli con il peperoncino ma credo che anche i tuoi siano deliziosi.
    irene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io adoro quelli al peperoncino!! anche questi però sono buonissimi :) grazie del commento <3

      Elimina